Regaliamo anche il Casinò?

A maggio dell’anno scorso abbiamo denunciato che il gruppo Percassi non aveva firmato la convenzione con il comune per la gestione del Casinò.

Il Sindaco ci aveva rassicurato dicendo che la concessione: “sarà sottoscritta con S.P. Resort srl nelle prossime settimane.”

I mesi passano ma la concessione non viene sottoscritta. Con stupore scopriamo che l’ultima concessione firmata risale al 2005!

All’inizio di marzo facciamo una nuova interpellanza sull’argomento e il Sindaco, tra le altre scuse, scrive:

“negli ultimi tempi è stata prospettata l’ipotesi di un allargamento del Centro Termale, ormai saturo in termini di presenze, agli spazi del Casinò.”

Rimaniamo sconcertati. Qualche voce lo diceva da tempo, ma non ci volevamo credere. Riassumendo:

    • Il Centro Termale, negli accordi originali, doveva essere di proprietà del Comune invece il gruppo Percassi se l’è tenuto,
    • In cambio il Comune si è preso due immobili diroccati (Hotel Vetta e Paradiso) e i soldi per costruire una funicolare di dubbia utilità,
    • Successivamente il gruppo Percassi si è preso anche l’Hotel Vetta,
    • Intanto i lavori del Centro Commerciale, in barba a tutti gli accordi, i cronoprogramma e le promesse, non sono nemmeno partiti,
    • Nel frattempo decine di milioni di investimenti nel Grand Hotel ma nessun sanpellegrinese sa per farne cosa,
    • Delle Terme Curative nemmeno l’ombra

E adesso anche gli spazi del Casinò verranno inglobati nel Centro Termale?

Il gruppo Percassi si può permettere di non rispettare gli accordi, fare il bello e il cattivo  tempo e l’amministrazione cosa fa?
Altri regali.

il Gruppo SorGente

Aggiornamento 7/5/18

E’ arrivata l’usuale risposta del Sindaco al nostro articolo (qui).
 
Al netto delle abituali offese conferma quanto da noi detto:
1) il gruppo Percassi non firma la concessione.
2) è allo studio l’ipotesi di allargare il centro termale agli spazi del Casinò.
 
Vi terremo aggiornati.
 
P.S. anche questa volta viene utilizzato un canale scorretto (il sito istituzionale del comune) per veicolare una risposta politica di parte.

Lascia un commento